Gabriele Turola

Le voci della natura

Ascoltando le voci della natura, la Puggioni crea uno stile pulito che rileva alcune influenze impressionistiche, nella scelta dei motivi e del lessico; le tele, realizzate con la tecnica ad olio, restituiscono delle quiete e fresche atmosfere intrise di una delicata quotidianità.
Le diverse tematiche offrono alla pittrice una varietà di motivi che dipinge con immediatezza e sensibilità cromatica.
Nella produzione dell'artista, che si dedica anche alla realizzazione di trompe-l'oeil e alla decorazione di vetri, incontriamo paesaggi dalla sottile vena lirica, nature morte e fiori sostenuti da vasi, animali, sopratutto vigorosi cavalli, fino a trovare sensuali nudi femminili.
In tutte le opere la Puggioni rileva la sua profonda attenzione per la resa della luce e dei colori degli elementi naturali ritratti; ne è un esempio la tela intitolata "Viale in autunno", realizzata con rapidi tocchi di pennello e raffigurante un solitario viale alberato che si perde in profondità.
Nei lavori che ritraggono delle marine, forse le sue tele più personali, l'indiscussa protagonista è l'acqua del mare resa attraverso ampie stesure di un colore blu intenso e, contemporaneamente, la varietà delle tinte, accordandosi con il celeste del cielo, conferiscono luminosità e brillantezza alle tele.
Tutti i lavori paesaggistici rilevano il rapporto diretto dell'artista con la natura a cui si accosta con affetto e partecipazione. Gli armoniosi scenari lasciano intravedere l'approccio di tipo realistico ma nel contempo soggettivo della Puggioni con la realtà esterna circostante, fonte incessante di nuovi spunti pittorici. Gabriele Turola, critico d'arte

Note Critiche