RITRAENDO l'arte del somigliare

Dal 08 al 29.05.2016 Castello Pallavicino-Casali

Ritraendo

A cura di Simone Fappanni
La mostra “Ritraendo, l’arte del somigliare”, sarà inaugurata domenica 8 maggio presso il Castello Pallavicino Casali, alle ore 15,30. Come spiega il curatore, Simone Fappanni, «viene proposta una serie di ritratti eseguiti da noti artisti contemporanei che si dedicano alla ritrattistica in maniera non episodica, utilizzando tecniche alquanto eterogenee, da quelle più semplici (come la matita, il gesso e il carboncino) a quelle tradizionali (olio, acquerello, tempera…) ad altre, di chiara matrice sperimentalista (web art, tecniche miste con materiali di recupero et simili). Vale la pena ricordare che il ritratto costituisce indubbiamente uno dei soggetti più complessi da realizzare; infatti, oltre a una somiglianza oggettiva con la persona ritratta, è necessario coglierne l’espressione e l’intensità. E se è vero, come ha dimostrato Marshal McLuhan, che «il medium è il messaggio», va da sé che l’interpretazione del volto offerta da ogni artista deriva non solo dalle sue doti tecniche, ma soprattutto dalla capacità di “lettura interiore”.  Affidare a un artista l’esecuzione di un ritratto, significa, in definitiva, accogliere l’interpretazione che esso può darcene. Quanto più si è disposti a concedere “libertà” all’artista, tanto più egli potrà esprimersi compiutamente». I lavori sono suddivisi nelle Sezioni: Ritratti d’artista, Ritratti di bambini, Ritratti maschili, Ritratti femminili.
Ne sono autori: Cristina Patti, Marisa Bellini, Cristina Alletto, Marisa Foresti, Manuela Sidari, Gianfranco Favaro, Luigi Danesi, Elena Saliani, Giovanni M. Sassu, Andrea Baldi, Alessandro Barbati, Giorgio Carletti, Guido Nolli, Fabio Cordova, Franca De Ponti, Elio Nolli, Cornelia Calzavacca Franzini, Vittorio Politi, Riccardo Bozuffi, Roberta Galvani, Giorgio Armelloni, Annunciata Cusumano, Dania Agosti, Maria Puggioni, Isa Scaccabarozzi, Riccardo Franzoni, Attilio Azimonti, Claudio Pezzini, Remo Lana, Veronica Mengali, Carolina Moretti, Elena Monaco, Maria Grazia Lazzaroni, Fiorella Ferioli, Daniela Piccinelli, Angelo Cauzzi, Antonella Agnello e Tiziana Zini.
 
Durante il vernissage, sarà presentato il volume “Ritratto, silente arte del somigliare”. Dopo un doveroso hommage ai ritratti realizzati da Leonardo da Vinci (1452 – 1519), e alla Gioconda in particolare, il libro si sofferma sulla ritrattistica del Cinque e Seicento (Sara Salvi), del Settecento (Nadia Agosti) e dell’Ottocento (Marcello Tosi), sino a un excursus sulla ritrattistica novecentesca e quella moderna (Simone Fappanni).  A completare la sezione dedicata agli studi figura un testo in cui si vogliono individuare, sempre in forma sintetica, i principali legami fra l’arte del ritratto e la letteratura (Vincenzo Montuori). Nella seconda parte del volume, invece, vengono riprodotti i pezzi esposti in Rocca

La Mostra

Ritraendo, l'arte del somigliare
i grandi d'Italia di Giorgio Carletti